Year: 2020

What a wonderful world!

In queste pagine Blog raccogliamo qualche news e curiosità riguardo la nostra attività e la nostra terra. Sono benvenuti i Vostri commenti e richiesta curiose. Spesso è proprio per rispondere alle curiosità dei nostri visitatori che siamo stimolati a documentarci e a guardare con occhi nuovi quanto ci circonda. Forse chi visita questo sito non lo sa, ma il posto in cui viviamo fra il Lago di Garda e le Dolomiti di Brenta è una Riserva di Biosfera Unesco dal 2015, secondo il programma Man and Biosphere. L’aera dove abbiamo i nostri olivi sul Monte Baone, nel Comune di Arco (TN) è caratterizzata da un terreno povero ma è baciato da un clima di tipo quasi mediterraneo. Difesi dalle correnti più fredde questi ripidi pendii sono comunque coltivati da secoli, con molta dedizione e lavoro manuale. Il terreno è sostenuto da una quantità di preziosi muretti a secco che sono un habitat a se stante e garantiscono una grande biodiversità.

Passione per la storia

Leggere il territorio significa anche immaginare come hanno vissuto e cosa hanno fatto i nostri antenati in quei luoghi che ora noi frequentiamo e coltiviamo. La storia della Valle di Ledro, pur isolata come valle sospesa fra il Lago di Garda ad est ed il Lago d’Idro ad ovest, risale al Mesolitico. Le montagne, soprattutto i passi meno impervi e provvisti di acqua, erano frequentati probabilmente da cacciatori o pastori. Ne sono testimonianza i ritrovamenti di manufatti in selce presso Tremalzo. Ma è l’insediamento palafitticolo, patrimonio Unesco, venuto alla luce sulle rive del Lago di Ledro che con la varietà dei reperti di diversi materiali ci racconta della vita dei nostri antenati durante l’Età del Bronzo. Per diversi secoli, grossomodo dal 2200 al 1300 a.C., dalle capanne costruite sulla riva del lago una comunità di uomini intraprendenti e dediti anche agli scambi commerciali, ha sviluppato molte attività. Fondamentale era la coltivazione dei pochi terreni agricoli fertili disponibili. Fra i tanti reperti intriganti negli scavi sono stati trovati anche dei semi di vite. E alla coltivazione di vitigni adatti ora idealmente la nostra azienda si ispira. Una visita al Museo delle Palafitte di Ledro è sicuramente consigliabile. Forse con una visita guidata. Visitate il sito http://www.palafitteledro.it

Un affascinante viaggio nel passato
La capanna della sciamana, un simbolo del Lago di Ledro
Torna su